L'esperto risponde

La nostra casa ha due appartamenti; i genitori al primo piano sono usufruttuari, mia moglie ed io abbiamo la nuda proprietà. Noi viviamo al secondo piano e siamo proprietari. La nostra richiesta riguarda a quale articolo dobbiamo fare riferimento della circolare circolare n. 24/E dell'8 agosto 2020: "1.1. In linea con quanto appena illustrato, in applicazione del dettato normavo contenuto nell’articolo 119 in esame, il superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario". Oppure (pagina 11 della stessa circolare): "possedere l’immobile in qualità di proprietario, nudo proprietario o di titolare di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)". Se la nostra abitazione rientra nel secondo caso mi sembra di capire che potremmo usufruire della dell'ecobonus 110% per cappotto, serramenti e caldaia.

L’usufrutto non incide, ma siete comproprietari di tutte le unità immobiliari: questo non consente al momento di accedere all’agevolazione del 110%. Se invece un appartamento fosse proprietà unicamente di uno di voi (anche restando l'altro in comproprietà), la situazione cambierebbe, permettendo di sfruttare la detrazione del 110%.