Bonus Casa

Bonus 110%, non si paga l’Iva quando si fa la cessione del credito

Bonus 110%, non si paga l’Iva quando si fa la cessione del credito

Nono si paga l’Iva quando si cede il credito fiscale

La cessione del credito è esente da Iva. L’Agenzia delle Entrate lo ha chiarito nei giorni scorsi con la risposta 369, che scioglieva i dubbi posti da una società che svolge attività di consulenza imprenditoriale e amministrativo-gestionale agli operatori del settore dei serramenti esterni. La cessione dei crediti d’imposta che rientrano negli incentivi Ecobonus, Sismabonus e Superbonus 110%, effettuata dalla società cedente al cessionario dietro corrispettivo, ha finalità e natura finanziaria e rientra, quindi, tra le operazioni esenti da Iva, secondo le previsioni dell’articolo 10, comma 1, n.1) del Dpr n. 633/1972.

Nel caso specifico il dubbio nasceva da una società che che intende procedere all’acquisto e successiva cessione a terzi dei crediti d’imposta per le ristrutturazioni introdotti dal Dl Rilancio, ovvero il caso specifico del Superbonus e chiede quali sono i corretti adempimenti fiscali in ambito Iva e se le stesse cessioni debbano scontare l’imposta di registro. Rispondendo a questa domanda l’Agenzia ricorda che la cessione dei crediti generati dai bonus edilizi possono dar luogo sia ad operazioni che rientrano nella sfera impositiva, ma in regime di esenzione, sia ad operazioni escluse dalla sfera impositiva quando non hanno natura finanziaria.

Accedi

Accedi con la tua user e password de L'Eco di Bergamo per leggere gratuitamente questo contenuto.

Password Dimenticata

Non sei registrato? Registrati